Contenuto principale

Messaggio di avviso

ORDINANZA SINDACALE

Ordinanza n° 25 del 02/04/2021

OGGETTO: ULTERIORI MISURE DI CONTENIMENTO DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 SUL TERRITORIO COMUNALE

VISTO il decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2 "Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID- 19" con cui è stato prorogato lo stato di emergenza fino al 30.04.2021;
VISTO il decreto-legge 23 febbr aio 2021, n. 15 "Ulteriori disposizioni urgenti in materia di spostamenti sul territorio nazionale per il contenimento dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;
VISTO il D.P.C.M. 02.03.2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2021 (Suppl. Ordinario n. 17) ed efficace dal 6 marzo 2021 fino al 6 aprile 2021;
VISTO il Decreto Legge 13 marzo 2021 n. 30 che, tra le altre misure, dispone lo stato di zona rossa su tutto il territorio nazionale per i giorni 3, 4 e 5 aprile 2021;
VISTA l'Ordinanza 19 marzo 2021 del Ministero della Salute, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 69 del 20 marzo 2021, con cui le misure previste con l'Ordinanza del 5 marzo 2021 sono state rinnovate per ulteriori quindici giorni;
VISTA l' Ordinanza n.10 del 2 1 marzo 2021 (parzialmente modificata con l'Ordinanza n. 11 del 25 marzo 2021) del Presidente della Giunta Regionale della Campania con cui sono state ulteriormente confermate fino al 5 aprile 2021 le disposizioni delle Ordinanze regionali n.7 del 10 marzo 2021, n.8 dell'11 marzo 2021 e n.9 del 15 marzo 2021;

PRESO ATTO dei dati relativi all’andamento dei contagi su scala locale messi a disposizione sulla piattaforma regionale nonché di quelli in possesso della Protezione Civile Comunale e dell'aumento dei medesimi in termini assoluti e percentuali;

RILEVATA l'esigenza, assolutamente prioritaria, di piena precauzione per la salute pubblica a fronte del rischio di ulteriore diffusione del contagio in considerazione delle caratteristiche del territorio lungo la fascia costiera e del fatto che l'eventuale apertura degli esercizi commerciali nei giorni di Pasqua e di Lunedì in Albis potrebbe indurre ad un massivo e diffuso afflusso di persone sia presso le strutture di vendita sia per le strade, oltre che sulle spiagge e sui lungo mare e che tale situazione renderebbe ancor più difficile, l'attività di controllo per prevenire, limitare e sanzionare i comportamenti vietati;
CONSIDERATO che il bilanciamento tra le esigenze imposte dalla necessaria tutela dei diversi interessi coinvolti di pari rango costituzionale spetta, sulla base della legge, all'autorità amministrativa statale e che le autorità locali possono adottare, nell'esercizio dei poteri straordinari loro riconosciuti dall'ordinamento, misure più restrittive sulla base di motivate ed ineludibili evidenze, riferite ad un particolare ambito territoriale o ad uno specifico settore di attività;
FATTI SALVI ulteriori provvedimenti o modifiche della presente ordinanza;
VISTO l'art. 32 della Costituzione italiana che tutela il diritto alla salute;
VISTO l'art. 32 della legge 833/1978 che attribuisce al Sindaco, in qualità di massima autorità sanitaria locale le competenze in materia di adozione dei provvedimenti a tutela della salute pubblica;
VISTO l'art. 50 del D. Lgs. 18 agosto 2000, n . 267 che prevede che "in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale";
Fermo restando quanto previsto e stabilito dal D.P.C.M. 2 marzo 2021, dal Decreto Legge 13 marzo 2021 n. 30, dall'Ordinanza del Ministero della Salute 19 marzo 2021, dalla Ordinanza n. 10 del 2 1 marzo 2021 del Presidente della Giunta Regionale della Campania nonché dalla precedente Ordinanza Sindacale n. 82 del 22 marzo 2021;


O R D I N A


CHE sul territorio comunale si applichino le seguenti ulteriori misure di contenimento:
Nell’intero giorno di Pasqua , Domenica 4 aprile e di Lunedì in Albis, 5 aprile, il divieto assoluto di frequentare i tratti di lungo mare del territorio e tutte le spiagge, ivi comprese piazza o altri possibili centri di aggregazione.
Nel giorno di Pasqua, domenica 4 aprile 2021, dalle ore 14,00 e nel giorno di Lunedì in Albis, 5 aprile 2021, per l'intero arco della giornata, la chiusura di tutte le attività commerciali ed artigianali, di pubblici esercizi (ivi comprese vendite di generi alimentari, tabaccherie ed edicole) e di distributori automatici di alimenti e bevande nonché la sospensione della ristorazione sia con consegna a domicilio che con asporto .
Nei giorni di Pasqua e Lunedì in Albis, per l’intera giornata, è disposta la chiusura dei cimiteri


D I S P O N E
-la pubblicazione del presente provvedimento sull'Albo pretorio del Comune di Castel Volturno
-la pubblicazione sulla home page del sito del Comune di Castel Volturno;
la diffusione attraverso ogni forma di pubblicità.


AVVERTE
che ai sensi di quanto disposto dall'art. 2 del decreto legge n.33/2020, convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2020, n.74, le violazioni delle disposizioni della presente Ordinanza sono punite con il pagamento, a titolo di sanzione amministrativa, di una somma da € 400,00 ad € 1000,00 in conformità a quanto previsto dall'articolo 4, comma l, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge n.35 del 2020 e ss.mm.ii.
Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l'utilizzo di un veicolo la sanzione prevista dal precedente periodo è aumentata fino a un terzo. Nei casi in cui la violazione sia commessa nell'esercizio di un'attività di impresa, si applica altresì la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni. All'atto dell'accertamento delle violazioni, ove necessario per impedire la prosecuzione o la reiterazione della violazione, l'autorità procedente può disporre la chiusura provvisoria dell'attività o dell'esercizio per una durata non superiore a 5 giorni. Il periodo di chiusura provvisoria è scomputato dalla corrispondente sanzione accessoria definitivamente irrogata, in sede di sua esecuzione. Per l'accertamento delle violazioni e il pagamento in misura ridotta si applica l'articolo 4, comma 3, del decreto-legge n . 19 del 2020. Ai sensi di quanto disposto dal citato decreto-legge 25 marzo 2020, n.19, in caso di reiterata violazione del presente ordinanza la sanzione amministrativa è raddoppiata e quella accessoria è applicata nella misura massima. Ai sensi di quanto disposto dall'art . 2, comma 2 bis del decreto legge n .33/2020, come convertito con modificazioni dalla legge 14 luglio 2020, n.74, i proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie sono devoluti allo Stato quando le violazioni siano accertate da funzionari, ufficiali ed agenti dello Stato. I medesimi proventi sono devoluti alle regioni, alle province e ai comuni quando le violazioni siano accertate da funzionari, ufficiali ed agenti, rispettivamente, delle regioni, delle province e dei comuni.


DISPONE LA TRASMISSIONE
A S.E. il Prefetto di Caserta ;
Al Comandante della Polizia Municipale;
Alla Stazione Carabinieri di Castel Volturno Centro e Pinetamare per quanto
di competenza;
Al Commissariato di P.S . di Castel Volturno
All' Unità di Crisi della Regione Campania

AVVISA CHE
avverso la presente Ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo Regionale competente per il territorio entro 60 (sessanta) giorni ovvero Ricorso Straordinario al Capo dello Stato entro 120 (centoventi) .

Il Sindaco
PETRELLA LUIGI UMBERTO / ArubaPEC S.p.A.
(atto sottoscritto digitalmente)

 

Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (ord_00025_02-04-2021.pdf)ord_00025_02-04-2021.pdf 618 kB