Ordinanza Pulizia Fondi Incolti

PREMESSO CHE la stagione estiva, comporta un alto pericolo di incendi nei terreni incolti e/o abbandonati con conseguente grave pregiudizio per l’incolumità delle persone e dei beni,

RILEVATO che numerosi appezzamenti di terreno privati su strade comunali e provinciali, che sovente determinano gravi problemi di visibilità e viabilità a causa della incuria dei proprietari e conduttori, che non provvedono ad eseguire le opere di loro spettanza come il taglio della vegetazione incolta, di siepi, e rami di piante che si protendono oltre il ciglio stradale, nonché la rimozione di zolle ed altro materiale proveniente dal lavoro dei campi;

CONSIDERATO che nella stagione estiva le condizioni metereologiche, correlate con l’abbandono dei fondi agricoli, sono spesso causa di combustione ed incendi e che ciò può arrecare notevole danno per l’incolumità dei cittadini e per la conservazione del patrimonio agro – forestale;

 

RITENUTO indispensabile ed urgente adottare gli opportuni provvedimenti finalizzati all’esecuzione degli interventi di pulizia delle aree private con particolare riguardo per quelle poste all’interno del centro urbano, quelle poste ai margini delle strade, a salvaguardia dell’igiene pubblica e della pubblica incolumità, tenuto conto del rischio di incendi con l’approssimarsi della stagione estiva ed il conseguente aumento delle temperature;

VISTA la legge 21/11/200 n. 353 “legge quadro in materia di incendi boschivi”,

VISTO l’art. 255 del D.Lgs. 0.04.2006, n. 152 “norme in materia ambientale”,

VISTO gli artt. N. 14 be 29 del Codice della Strada 30.04.1992 n 285 e s.m.i.,

VISTO il D.Lgs. n. 267/2000;

ORDINA

IL DIVIETO ASSOLUTO nel periodo dal 1 Luglio al 30 settembre 2019, al  fine di salvaguardare la pubblica  e privata incolumità, evitare il verificarsi di danni all’ecosistemi agricoli e forestali, al patrimonio pubblico e privato e per evitare procurati allarmi, di bruciare le stoppie, la vegetazione spontanea l’eventuale accumulo di residui  vegetali di sfalci e potature;

Ai proprietari e/o conduttori di aree agricole non coltivate, di aree verdi urbane incolte, i responsabili di cantieri edili, i proprietari  di terreni posti ai margini delle strade di provvedere ad effettuare, a propria cura e spese e sotto la propria diretta responsabilità penale e civile, i relativi interventi di  pulizia dei terreni invasi da vegetazione, mediante rimozione di ogni elemento o condizione che possa rappresentare pericolo per l’incolumità e l’igiene pubblica, in particolare modo provvedendo alla estirpazione di sterpaglie e cespugli, nonché al taglio di siepi vive, di vegetazione e rami che si protendono sui cigli delle strade e alla rimozione di rifiuti e quant’altro possa essere veicolo di incendio, mantenendo per tutto il periodo estivo, le condizioni tali da non accrescere il pericolo di incendi.

La vegetazione secca in genere presente in prossimità di strade pubbliche e private, nonché in prossimità di fabbricati e/o impianti ed in prossimità di lotti interclusi, di confini di proprietà, dovrà essere eliminata per una fascia di rispetto  di larghezza non inferiore a mt. 10;

DA FATTO

Che chiunque viola la presente ORDINANZA è soggetto a sanzioni amministrative come di seguito indicate:

Nel caso di mancato diserbo di aree incolte interessanti fronti stradali di pubblico transito sarà elevata una sanzione da euro 173.00 a euro 695,00 determinata ai sensi dell’art. 29 del codice della strada;

Nel caso di mancato diserbo di aree incolte in genere sarà elevata una sanzione pecuniaria da euro 300,00 a euro 3.000,00 ai sensi dell’art. 255 del D.Lgs. n. 152/2006;

Nel caso di procurato incendio a seguito della esecuzione di azioni e attività determinanti anche solo potenzialmente l’innesco d’incendio durante il pericolo dal 15 Luglio al 15 Ottobre, se non configurabile un’ipotesi di reato penale, sarà applicata una sanzione amministrativa non inferiore ad euro 1.032,91 e non superiore ad euro 10.329,14 ai sensi dell’art. 10 della Legge n. 353 del 21.11.2000.

In caso di imminente e constatato pericolo l’Ente disporrà la pulizia ad horas del fondo ai proprietari ed in caso di accertata in ottemperanza provvederà con consequenziale addebito delle spese ai proprietari.

DISPONE

Che la presente Ordinanza venga:

-          Pubblicata all’Albo Pretorio Online del Comune e amministrazione trasparente,

-          Pubblicare nel sito ufficiale del Comune.

Che copia della presente Ordinanza venga trasmessa, per quanto di competenza:

-          Al Comando della Polizia Municipale,

-          Alla Prefettura U.T.G. di Caserta,

-          Al Comando Stazione dei Carabinieri di Castel Volturno,

-          Al Comando Stazione dei Carabinieri di Pinetamare,

-          Al Commissariato di PS di Castel Volturno,

-          Alla Provincia di Caserta, servizio Viabilità,

-          All’ANAS Napoli.

L’Agente di Polizia Locale e le Forze dell’Ordine sono incaricati dell’esecuzione della presente Ordinanza, adottando eventuali provvedimenti sanzionatori in caso di trasgressione.

Il Sindaco

PETRELLA LUIGI UMBERTO / ArubaPEC S.p.A.

(atto sottoscritto digitalmente)

 

Attachments:
Download this file (ord_00070_03-07-2019.pdf)ord_00070_03-07-2019.pdf[ ]267 Kb